Vasca o doccia? Ecco i principali vantaggi e svantaggi

Vasca o doccia? Ecco i principali vantaggi e svantaggi

Questa è una domanda che molte volte ci siamo posti; meglio la vasca o la doccia? Soprattutto quando arriva il momento di rifare il bagno oppure se siamo in procinto di cambiare casa e dobbiamo decidere come arredare e comporre il bagno.

La vasca molte volte rientra nell’idea di relax più estremo, tornare a casa dopo il lavoro e farsi un bel bagno caldo, con intorno solo candele e una buona bottiglia di vino, ed in sottofondo la vostra musica preferita …. insomma separarsi da tutto e da tutti per ricaricarvi le pile e per ripartire con più energie di prima.

La doccia invece ha come qualità maggiore la velocità, in poco tempo si è pronti ed i consumi d’acqua sono nettamente minori rispetto all’uso della vasca.

La domanda se è meglio una o meglio l’altra non è di semplice risposta, bisogna analizzare ogni singolo caso, tenendo ben a mente tutte le nostre necessità e bisogni.

Ad esempio se abbiamo abbastanza spazio, se non ne abbiamo, se abbiamo figli se non abbiamo figli. Ogni scelta ha i suoi vantaggi e svantaggi, naturalmente non dipende solo da motivi pratici ma anche estetici. Tutte le due soluzioni hanno dei pro e dei contro, vediamoli insieme.

Le chiavi per la scelta

La vasca garantisce naturalmente maggiore relax, come già detto prima, permette di sdraiarsi e godersi un bel bagno caldo per rigenerarsi. Oltre alla classica vasca si può anche optare per una vasca idromassaggio, così avremo maggiori benefici sotto l’aspetto del relax, i massaggi che la vasca ci offre, permetteranno di rilassare i nostri muscoli e nervi tesi dopo una giornata faticosa.

Le vasche classiche e idromassaggio sono disponibili in diversi materiali e modelli per adattarsi ancora di più al vostro bagno, hai vostri bisogni e gusti.

Naturalmente la presenza di bambini influenza molto la scelta tra vasca e doccia. Una vasca è molto utile in questo caso.

Per contro, bisogna dire che una vasca da bagno occupa molto più spazio, quindi si sconsiglia se avete poco spazio, oppure se la sua presenza ingombrerebbe troppo l’abitabilità del bagno. Altro contro è l’alto consumo d’acqua e di conseguenza le alte bollette dell’acqua.

La doccia dall’altro lato è nettamente più comoda, permette di lavarsi in poco tempo, con meno consumo d’acqua e lo spazio impiegato dalla struttura è molto meno.

La doccia è la soluzione ottimale per persone anziane o disabili, magari applicando in aggiunta al classico tappetino, un tappetino o delle strisce antiscivolo, riducendo così i rischi di cadere o scivolare.

Naturalmente con la doccia andiamo a perdere in parte quell’elemento di relax che la vasca ci garantisce, anche se questa affermazione negli anni si è rivelata falsa, oggigiorno è possibile aggiungere molti comfort come ad esempio; il bagno turco, le luci per effettuare la cromoterapia, i getti idromassaggio, l’aromaterapia e sedute integrate con la doccia per potersi sedere mentre si sta facendo la doccia.

Sul mercato esistono diversi stili d’arredamento per la zona bagno, se decidete di affidarvi ad un arredatore professionista saprà lui cosa meglio suggerirvi a seconda delle vostre esigenze e a quelle della vostra casa.

Il consiglio migliore che chiunque potrà darvi è quello di seguire il vostro personale stile e non uscire troppo dal vostro schema, anche perché rifare un bagno, è un’azione costosa e lunga bisogna essere quindi sicuri.

Vasca o doccia? Ecco i principali vantaggi e svantaggi

Il compromesso

Se vi trovate nel dubbio tra la scelta vasca o doccia, la soluzione migliore potrebbe essere scegliere una vasca combinata, essa unisce la comodità della doccia e la comodità della vasca. Essa è un elemento molto funzionale, con un solo oggetto si può avere tutto. In questo caso però bisogna stare attenti allo spazio perché le dimensioni possono essere notevoli, come anche i prezzi dato che sono necessari dei lavori d’installazione.

Un’alternativa economica potrebbe essere utilizzare una vecchia vasca da bagno, con l’aggiunta della rubinetteria della doccia e di una chiusura scorrevole con le classiche tendine da doccia per impedire l’uscita dell’acqua.

Questi potrebbero essere ottimi compromessi sia per chi ama fare la doccia e sia per chi vuole tutte le comodità della vasca.

Parlando di bambini, se li avete, ma non possedete una vasca da bagno esistono diversi compromessi; ad esempio utilizzare una vasca da bagno pieghevole da poter collocare nella doccia senza problemi. Quando i bambini cresceranno, si potrà utilizzare una vasca mobile, anche se molti genitori sono dell’opinione che verso i 4 anni è bene insegnare loro l’uso della doccia e mantenere l’uso della vasca solo per casi specifici.

Naturalmente il vantaggio principale dell’avere la vasca con la presenza di bambini è quello di mantenere una buona igiene e di garantirgli momenti di svago e divertimento magari con qualche peperella. Attenzione però, la pelle dei bambini è molto delicata, la durata del bagno non deve superare i 20/25 min in modo tale che la pelle non si secchi troppo.