Tutti i migliori trucchi per arredare con le piante

Tutti i migliori trucchi per arredare con le piante

Per tutti prima o poi arriva il momento di arredare la propria casa.

Ti sei stancato di esplorare tutte le possibili soluzioni di arredamento e tutti i possibili stili che puoi dare alla tua dimora? Ci sono talmente tante possibilità che si diventa pazzi in breve tempo. In più bisogna stare attenti anche a non mescolare gli stili.

Quale è la soluzione che si può adattare a tutti gli ambienti? Sono le piante!

Ma perché arredare con le piante? Al giorno d’oggi vediamo sempre meno natura intorno a noi, sempre più mattoni e cemento. Se abbiamo magari dei bambini, non è una cattiva idea quella di abituarli, fin da piccoli, a prendersi cura di un essere vivente che ha bisogno di attenzioni quotidiane. Abbiamo la possibilità di educarli al rispetto della natura e dell’ambiente che li circonda: il primo passo per farli diventare adulti responsabili e maturi.

Che dire poi dell’utilità delle piante in casa? Tutti conosciamo il meccanismo della fotosintesi clorofilliana: noi abbiamo bisogno di ossigeno e loro di anidride carbonica. Dimentichiamo i depuratori per ambienti e diamo spazio a questi meravigliosi depuratori naturali!

L’unica cosa a cui prestare attenzione è il fatto che, prima di pensare alla loro adattabilità all’ambiente circostante, bisogna pensare alla loro salute!

Di piante ce n’è un’infinità e scegliere anche in questo caso non è facile. La cosa migliore è pensare ad alcune zone della casa e alla soluzione migliore per decorarle.

  1. La camera da letto: innanzitutto veniamo ad un mito da sfatare. Le piante in camera da letto si possono tenere, anche se di notte assorbono l’ossigeno come noi esseri umani. L’unico consiglio è quello di non esagerare creando una giungla, anche perché altrimenti faremmo venire meno la funzione principale della camera da letto: rilassarsi. Quali piante cercare dunque? Dipende sicuramente dai gusti personali ma una buona soluzione sono le piante grasse, che sono in grado di ridurre le radiazioni elettromagnetiche all’interno degli ambienti (motivo per cui sarebbe bene tenere una pianta grassa vicino al proprio PC).
  2. La cucina: come in ogni ambiente, anche qui possiamo dare libero spazio alla nostra fantasia. In questo caso magari si consiglia di preferire piante come il basilico, l’alloro, il rosmarino, l’erba cipollina: piante che, oltre a dare un ottimo profumo all’ambiente (facendo anche la loro bella figura), vi permettono di dare un tocco naturale ai vostri piatti
  3. Sala da pranzo e salotto: si tratta del luogo della convivialità e dei rapporti umani. Una bella pianta fa sempre la sua bella figura. Sarà ovviamente da adattare all’ambiente: non bisogna cercare di mettere troppe piante o una pianta troppo grande in un ambiente angusto perché ne soffrirebbe moltissimo. Con un open space è possibile anche azzardare con una pianta di grandi dimensioni
  4. Il bagno: in questo ambiente bisogna tenere conto di tre fattori fondamentali, ovvero gli sbalzi di temperatura, la scarsa luminosità e l’elevata umidità. Non tutte le piante amano un simile habitat, ma ce ne sono alcune che sarebbero invece molto felici di viverci. Prima fra tutte, la felce. Le felci sono piante di appartamento in grado di reggere gli sbalzi di temperatura e amanti dell’umidità; bisogna tuttavia fare attenzione al fatto che alcune felci amano una luce più moderata e altre una luce più intensa. Un’altra buona soluzione è l’aloe vera, da disporre tuttavia in modo da evitarle la luce diretta che le brucerebbe le foglie. Si tratta di una pianta da tenere in casa, se possibile: può sempre tornare utile per alleviare il dolore in caso di ferite e ustioni

Che cosa aspettate dunque ad arredare la vostra casa facendovi aiutare direttamente dalla natura?