La stanza da studente fuorisede. Arreda in modo smart

La stanza da studente fuorisede. Arreda in modo smart

Dopo aver trascorso i mesi in vacanza arriva per tutti il momento di tornare in università e per i fuori sede il momento di tornare nella loro stanza per studiare, passare gli esami e arrivare alla sospirata laurea.

Per farlo ognuno deve creare il proprio ambiente ad hoc per poter studiare senza distrazioni, questo permette di raccogliere tutte le energie necessarie per lo studio.

Di seguito vediamo consigli su come si possono abbellire le camere.

Da dove iniziare

Il primo passo è farci i conti in tasca, vedere quanti soldi abbiamo a disposizione, solitamente uno studente fuori sede non ha molti soldi a disposizione, già sostenere le spese della stanza, con relative spese tra cui pasti, viaggi, momenti di svago con i compagni di corso, incidono sul budget che i nostri genitori ci mettono a disposizione.

È necessario quindi pensare a piccoli interventi, che con poca spesa garantiscano massima resa! Che possano cambiare l’aspetto della stanza rendendola più unica e più tua.

Se potete tinteggiare senza particolari problemi, è bene concentrarsi sulla scelta dei colori. Esso è il primo elemento che si nota, appena si entra in una stanza. Trattandosi di un ambiente dove si deve passare, molto tempo è bene scegliere un colore dalle tinte neutre e chiare, per rendere luminosa la camera soprattutto nei mesi invernali, ma soprattutto per rilassare la mente. Il colore bianco, anche se è banale, è la scelta ottima. Semplice da stendere porta luce ed è un ottimo sfondo per eventuali decorazioni.

Se vi sentite particolarmente esosi, si può scegliere una palette sui toni del blu e tutte le sue sfumature. Essi, oltre al bianco, rappresentano al meglio il concetto di relax, facilitano la concentrazione e non rimpiccioliscono troppo la stanza.

Un tocco in più potrebbe essere la scelta del giallo come colore.

Per svolgere alcuni lavori come ad esempio la tinteggiatura delle pareti, è necessario informare il proprietario di casa, dato che molto probabilmente, quando lascerete la stanza al termine degli studi dovrete lasciarla esattamente come l’avete presa.

Concentrandoci sui mobili è importante pensare alla loro funzionalità e come potrebbero essere ri adattati nella stanza. Bisogna pensare a creare delle micro aree, un luogo di svago, un luogo di studio e la zona notte.

Per la zona dedicata allo studio, è consigliabile utilizzare una scrivania ampia, dotata di una sedia comoda che ti permetta di fare le ore piccole senza soffrire di mal di schiena. È importante scegliere il luogo giusto per porre la scrivania, bisogna evitare che sia posta in un luogo scuro, deve essere luminoso per sfruttare al meglio la luce naturale. Se non è possibile porla sotto una finestra, l’opzione più utilizzata è quella di posizionarla contro il muro. In modo tale da guadagnare spazio all’interno della stanza.

Concentriamoci sulla zona notte e sulla sistemazione degli armadi; se l’armadio non è abbastanza capiente, è utile acquistare dei contenitori, che possono essere posti sotto il letto, in modo tale da guadagnare spazio sufficiente per un cambio di stagione.

Per quanto riguarda la zona svago, se vi avanza dello spazio, porre una bella poltrona comoda per potersi godere i momenti di riposo, magari dopo un esame piuttosto impegnativo oppure per fare una pausa studio.

La stanza da studente fuorisede. Arreda in modo smart

Possibili decorazioni

Una decorazione che va per la maggiore nelle stanze degli studenti è quella di creare un angolo con tutte le foto riguardanti i momenti belli della propria vita. Magari appendendole ad una cordicella fatta di led oppure d’acciaio, si potranno così rivedere tutti i momenti più belli con i nostri amici e parenti.

Anche se si vive a distanza la passione per la propria squadra del cuore deve essere portata con se, magari appendendo in camera una bandiera, le foto in ricordo di tutte le vittore.

Se la vostra camera è abbastanza grande, puoi avere il piacere di ospitare amici alla sera o nei weekend per poter fare una bella maratona Netflix. Ponendo un divano e un tavolino in legno o plastica in un lato della stanza, vi farà ottenere in un instante un piccolo salottino tutto per voi e i vostri ospiti.

Se non avete idee, di seguito qualche suggerimento a seconda del vostro stile.

Minimalista; la semplicità è sempre la maniera più immediata per arredare un angolo di casa, ci si impronta sulla scelta di pochi ma funzionali oggetti dai colori poco sgargianti. Una decorazione semplice riguardo a questo stile è un tappetto di pelle oppure di tessuto.

Zen; questo stile segue molto la corrente minimalista ma ad esso si vanno ad aggiungere elementi vintage che potete facilmente reperire al mercatino dell’usato della città in cui vi trovate.

Etnico; colori, materiali, giochi di luce e cromatici sono i protagonisti di questo stile. Una particolare decorazione se si scegli questo stile sono le tende colorate, le quali doneranno un’idea di terre lontane e di vacanza in una meta turistica.