Come soddisfare il bisogno di privacy in una casa piccola

Come soddisfare il bisogno di privacy in una casa piccola

Oggigiorno sempre più persone decidono di trasferirsi in centro città, per comodità, per praticità e per un migliore accesso ai servizi offerti. Questo però comporta il dover far i conti con la ricerca di una nuova casa che soddisfi le proprie aspettative. Nei centri abitati non è sempre facile trovare la casa dei sogni e, molto spesso, si è costretti ad accettare sistemazioni con spazio ridotto; questo presenta sicuramente dei vantaggi dal punto di vista della gestione dei costi e non richiede troppi sforzi dal punto di vista della manutenzione e della pulizia, ma la mancanza di spazio personale può far diventare la convivenza molto frustrante, a maggior ragione quando non si vive da soli ma con altri inquilini. Al fine di massimizzare la qualità della vita in un’abitazione di dimensioni ridotte è necessario focalizzarsi su una corretta organizzazione e su sistema di arredamento adeguato, avere una casa piccola non significa infatti dover rinunciare alla comodità. È fondamentale quindi trovare le soluzioni migliori per sfruttare al meglio ogni singolo spazio, senza sprecare le aree utilizzabili e far in modo che funzionalità e stile si coniughino nel migliore dei modi, senza sovraccaricare l’ambiente.

Arredare una casa piccola: regole base

Chi si trova difronte le sfide di dover arredare un piccolo appartamento o un monolocale, spesso deve affrontare diverse problematiche come trovare i mobili delle giuste dimensioni, ottimizzare tutti gli spazi e garantire la privacy cercando si separare nel modo più funzionale possibile la zona giorno dalla zona notte.

Una delle prime cose da considerare è sicuramente l’importanza dei colori, sia per quanto riguarda le pareti e sia l’arredamento. La scelta di colori chiari, non troppo carichi e vivaci aiuterà a dare vita ad un effetto ottico per il quale gli spazi sembreranno più grandi. Per quanto riguarda le pareti, è assolutamente da prediligere il bianco ottico, capace e di aumentare la spaziosità e rendere più ariosi gli ambientisti. Per quanto riguarda l’arredamento sono invece preferibili materiali chiari come il legno o altri come i colori pastello o il bianco, il beige, il panna, il crema o il grigio chiaro.

Per quanto riguarda invece lo stile di arredamento, uno stile moderno o nordico, minimale ed essenziale è fondamentale. Mischiare troppi stili diversi potrebbe creare disarmonia, penalizzando ulteriormente un piccolo spazio. Le linee semplici degli stili menzionati in precedenza, combinati con materiali trasparenti quali il vetro rappresentano la formula vincente per chiunque si trovi alle prese con l’arredamento di uno spazio piccolo.

Come soddisfare il bisogno di privacy in una casa piccola

Arredare una casa piccola: consigli pratici

Spesso, poco spazio si traduce in mancanza di privacy. Solitamente questo tipo di ambiente sono open space o non presentano muri divisori, per questo è necessario pensare a delle alternative per circoscrivere e delimitare gli spazi. Per fare questo tende, drappi, librerie, pareti a scorrimento e porte scorrevoli possono essere utili per definire i diversi settori.

Un altro accorgimento da tenere a mente è quello sfruttare lo spazio in altezza, lasciando il più possibile libero il pavimento, a questo scopo l’utilizzo di mensole da parete, armadi alti quanto il soffitto, letti a soppalco nonché librerie verticali sono l’ideale. In caso di necessità, lo spazio sotto il letto può rilevarsi un ottimo armadio aggiuntivo, senza bisogno di ricorrere a cassettiere per riporre oggetti ingombranti. Questa regola vale anche per il sistema luce: meglio prediligere lampadari o applique rispetto a lampade da terra.

Un’idea che ha preso molto piede negli ultimi anni è quella dei mobili modulabili, pieghevoli e allungabili. Questo tipo di arredamento permette molta flessibilità e consentono di liberare spazio in caso di necessità: tavoli e divani possono diventare comodi letti o tavoli spaziosi in caso di ospiti.

La luce è fondamentale per ogni tipo di casa o di arredamento e, nel caso di spazi ristretti, ricopre un ruolo ancora più importante. In caso di abbondante luce naturale è necessario sfruttarla al massimo, prediligendo grandi finestre e tende leggere dai colori tenui e molto lunghe, per fra sembrare le pareti più alte. Qualora invece non ci fossa molta luce naturale, creare un ambiente ben illuminato, caratterizzato da diversi punti luce, evitando così spazi bui è la scelta giusta per farlo sembrare più spazioso. In alternativa si può pensare di fare ampio uso di specchi, questi ultimi infatti sono in grado di dare profondità e ingrandire gli spazi, posizionandoli in soggiorno o in entrata saranno capaci di creare un’atmosfera migliore.

Infine, qualora il soffitto fosse abbastanza alto e lo permettesse, la costruzione di un soppalco potrebbe essere vantaggiosa. I soppalchi permettono di aggiungere una stanza all’appartamento, ottenere una maggiore privacy e consente di essere sfruttato in diversi modi a seconda delle esigenze. Se abbastanza grande questo potrebbe essere utilizzato sia come studio che come camera da letto oppure come uno spazio aggiuntivo dove riporre gli oggetti più ingombranti, destinarlo a deposito bagagli o usarlo come armadio.