Alla scoperta dell’Asia: mobili etnici da provare

Alla scoperta dell’Asia: mobili etnici da provare

Uno degli stili che sta riscuotendo un grande successo nel campo dell’interior design è sicuramente l’arredamento in stile etnico: perfetto per chi desidera una casa moderna, alla moda, ma estremamente accogliente. Questo stile è stato importato molti secoli fa dai viaggiatori e dagli esploratori di terre come l’India, il Marocco e l’Africa, i quali collezionavano oggetti di estremo valore, come ad esempio zanne di elefante o maschere di qualche tribù; tali elementi sono tutt’oggi caratteristici dell’arredamento etnico, ma si sono evoluti in chiave più moderna, subendo una serie di influenze e contaminazioni che oggi, permettono a chiunque di arredare la propria casa con questo stile, senza bisogno di andare all’altro capo del mondo. Le caratteristiche principali di questo stile sono i colori vivaci, le decorazioni, l’oggettistica e stoffe rustiche, il tutto abbinato a pareti colorate e materiali quasi grezzi. Che si voglia arredare l’intera casa, oppure semplicemente decorarla con accessori, vasi, tappeti, soprammobili o lampadari, lo stile etnico è capace di trasmettere, immediatamente, un’atmosfera calda e accogliente, capace di trasmettere dal punto di vista visivo e olfattivo l’immagine di ambienti esotici.

Stile etnico: caratteristiche

Grazie alle più recenti contaminazioni, oggigiorno lo stile etnico può abbinarsi in modo impeccabile sia ad uno stile più classico che ad uno stile più moderno, l’importante, tuttavia, è trovare un equilibrio perfetto tra arredamento e funzionalità, giocando con vari abbinamenti e combinazioni di colori. Esistono una moltitudine di declinazione tra cui scegliere: stile etnico indiano, cinese, africano. Ognuno di questi presenta caratteristiche particolari e possono, talvolta, essere molto diversi l’uno dall’altro, ciò che li unisce però sono sicuramente i materiali che vengono utilizzati, pregiati e non troppo lavorati, quasi grezzi e i colori accesi: verde, blu, rosso, giallo ecc.

I veri protagonisti sono quindi i materiali e i colori, scopriamo quali sono le loro caratteristiche:

  1. I materiali

In una casa in stile etnico, il vero protagonista è sicuramente il legno, in tutte le sue declinazioni. Molto caratteristici sono i mobili etnici realizzati con legni scuri, un po’ grezzi, che richiamano l’artigianalità, talvolta intarsiati e volontariamente imperfetti. Sia per i mobili che per l’oggettistica, il legno è usato in tutte le sue sfumature, chiare, scure ma anche in bambù o vimini, il tutto accompagnato da altri materiali caratteristici come il vetro colorato, metalli, come ad esempio il ferro, il rame, terracotta di vario genere e pietre, più o meno preziose, che vengono incastonate all’interno di soprammobili, lampade e decorazioni.

  1. I colori

Caratteristica fondamentale dello stile etnico sono i colori accesi, forti e caldi. Tappeti, tessuti, stoffe e cuscini presentano colori sgargianti nelle tinte più svariate dal ruggine all’arancio, dal verde al blu, capaci di evocare le immagini dei paesaggi orientali. Il tutto in contrasto con il colore del legno e degli altri materiali.

Alla scoperta dell’Asia: mobili etnici da provare

Arredamento etnico per ogni stanza

Una volta evidenziato quelle che sono le principali caratteristiche dello stile etnico, vediamo come questo può adattarsi perfettamente ad ogni singola stanza, dal corridoio al bagno, dalla cucina al soggiorno. Prima però è necessario chiarire che, qualsiasi sia lo stile e le declinazioni scelte, queste devono ritrovarsi in ogni stanza, creando quindi una coerenza e senza rischiare di creare un’ambiente troppo carico e confusionario.

Prima di pensare all’arredamento è necessario pensare al colore delle pareti, colori caldi come il ruggine, arancione, crema o giallo ocra sono l’ideale, oppure in alternative, pareti bianche da combinare ad arredamento coloratissimo. Per arredare la cucina con questo stile è necessario trovare la combinazione perfetta tra elementi contemporanei ed elementi etnici che siano anche funzionali. Per esempio, si potrebbe optare per dei colori neutri per le finiture e puntare su coloratissimi oggetti come vasi, vassoi, piatti, bicchieri e stoviglie con motivi orientali e forme particolari. Inoltre, è possibile riempire l’ambiente con una credenza o un tavolo da pranzo in legno intarsiato.

Per quanto riguarda il soggiorno, un divano neutro abbinato a quadri, stampe, stoffe etniche e cuscini vivaci e decorati è la scelta migliore. Completano l’ambiente piante, lampade in vimini, con paralumi o lanterne in vetro colorato e sculture in legno o in terracotta.

Per la camera da letto le linee guida sono le medesime del soggiorno. Un letto basso con struttura in legno, magari a baldacchino, cassettiere e comodini intarsiati, poltrone foderate e cuscini decorativi. L’aggiunta di stoffe, tende colorate e lampade a luce soffusa completano l’atmosfera.

Per arredare un bagno in stile etnico la scelta ricade su mobili in legno, spessi o intarsiati, portaoggetti in legno in abbinata con profumi e candele che ricordano paesi lontani. Completano l’atmosfera asciugamani e tappeto in stoffe etniche colorate.

Qualunque sia lo stile etnico scelto, creare la giusta atmosfera per ogni stanza è indispensabile. L’arredamento deve rispecchiare lo stile personale ma al tempo stesso deve essere efficiente e contribuire a diffondere sensazioni piacevoli, esagerare e non creare il giusto equilibrio tra arredamento minimal ed etnico potrebbe creare confusione.