Berto SalottiBerto Salotti

Lago

  • Lago: mod. 36e8
  • Lago: mod. 36e8
  • Lago: mod. 36e8
  • Lago: mod. 36e8
  • Lago: mod. 36e8
Redazione Galleria immagini completa

Salone del Mobile

12 immagini

 

 

 

 

 

COMPANY PROFILE – LAGO

 

Nell’affollato scenario del design domestico, Lago afferma la propria identità di marchio emergente, attraverso prodotti emozionanti e un’apertura alle contaminazioni tra arte e impresa, uniti alla ricerca per uno sviluppo sostenibile.

 

 

I VALORI AZIENDALI

 

I nostri valori sono il buon vivere, lo stare insieme riappropriandosi della casa che ritorna ambiente domestico e non più solo luogo di transito, attraverso le contaminazioni apportate dalle persone che la vivono ogni giorno e la possono arricchire con un design di alta qualità ad un giusto prezzo.

Uno stabilimento concepito come una casa, con l’uomo che ritorna al centro dell’impresa la quale riappare inevitabilmente al centro del territorio e ne promuove con intelligenza lo sviluppo economico e culturale.

Perché l’uomo che crea è anche l’uomo che usa.

Uno studio che ospita giovani universitari e designer da tutto il mondo: creatività, amicizie e contaminazioni che arricchendo la mente e il lavoro di ogni giorno, vanno a confluire nei nostri prodotti.

 

 

IL PRODOTTO

 

Semplicità nelle forme, sottrazione come reazione al decoro fine a se stesso, alti livelli di personalizzazione attraverso il colore e la componibilità, qualità dei materiali e lavorazioni artigianali, prezzo accessibilie. Sono questi elementi a rendere immediatamente riconoscibile un prodotto Lago. Tangram, Statica, Net, 36e8, Fluttua, 30mm, gli armadi NOW e le nuove cucine sono diventati ormai vere e proprie icone della produzione , apprezzati dal mercato e dalla critica.

 

 

LA CRESCITA

 

Nel 2006 l’azienda è diventata Spa, affiancando la conduzione familiare con un percorso di ristrutturazione dei processi produttivi e gestionali, indispensabile per affrontare e gestire il più che positivo trend di crescita e meglio affrontare le impegnative sfide dei mercati internazionali. Il fatturato dell’azienda sfiora oggi i 30 MLN di euro, con circa 150 dipendenti, il 25% dei quali assunti nel 2008. Un’ importante piano distributivo sta guidando l’apertura di nuovi negozi in tutta Europa, stringendo partnership con i maggiori rivenditori.

 

 

IL CONSUMATORE

 

Oggi è indispensabile dire che un’azienda è attenta alle esigenze del proprio consumatore, cerchiamo allora di andare oltre il mero ascolto, trasformandolo in dialogo e confronto attraverso lo studio su come arricchire e coinvolgere il consumatore nell’esperienza del migliorare il proprio vivere arredando la propria casa. In questa sfera rientrano il blog "Design Conversation ", primo corporate blog Italiano.

 

 

I PROGETTI “LATERAL”

 

Lago conduce continuamente progetti denominati “Lateral ”, che vivono parallelamente allo sviluppo, alla produzione e al lancio di nuovi prodotti, cercando la partecipazione di Artisti emergenti ed università. Tra questi vanno segnalati “Art Waiting Room ”, la prima sala d’attesa di un’azienda trasformata in galleria d’arte, e “l’Appartamento-Lago temporary shop”, un progetto nato in occasione del Salone del Mobile 2009 che si colloca all'interno della riflessione iniziata da tempo da Lago su come ridefinire e reinventare gli spazi preposti alla vendita e al contatto azienda-consumatore-prodotto.

 

 

 

SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE 2010

 

Ben ritrovati!

 

Sappiamo bene che Milano è una città vivace e che dà il meglio di sé proprio durante la Design Week: innumerevoli eventi scandiscono il frenetico ritmo per tutta una settimana.

Lago quest'anno sarà impegnata su fronti differenti.

Al Salone Internazionale del Mobile viene presentata, insieme ai prodotti icona, la collezione AIR di divani : comodi e infinitamente componibili .

 

Eurocucina, l'appuntamento biennale durante il quale si presentano le ultime novità sul mercato, è stato il luogo ideale dove esporre le nuove composizione di 36e8cucina.

A tal proposito ci sono state molte novità: basi ed elettrodomestici completamente sospesi, nuovi materiali, migliorie tecniche, nuovi virtuosismi compositivi. Con questo lavoro sono stati fatti significativi passi avanti nella progettazione delle cucine Lago.

 

Il Fuorisalone, tappa ormai fondamentale per comunicare al meglio la filosofia Lago, è stata l'occasione per inaugurare il nuovo Appartamento, via Brera, 30 .

L'esperienza dello scorso anno in Via Tortona è stata la forza propulsiva per continuare questo progetto e farlo diventare un nuovo modo di pensare alla casa: il modo LAGO. Il modo per immaginarsi la casa del futuro attraverso la quale fare innovazione, comunicazione e new business.

 

 

 

IL NUOVO APPARTAMENTO LAGO: VIA BRERA 30

 

In occasione del Salone internazionale del Mobile 2010, Lago ha aperto il nuovo Appartamento.

L'edizione 2009 (in via Tortona, 21) ha contato più di 10.000 visitatori. Tre mesi di apertura di quello che è stato a detta di molti l'evento più innovativo degli ultimi tempi, che ha aperto un nuovo trend nella scelta delle location per il fuorisalone e per Lago un nuovo canale distributivo che si affianca a quello – per l'azienda in forte espansione - dei negozi.

L'Appartamento è una case history in 2 pubblicazioni di imminente uscita con Franco Angeli una delle quali tra poco in libreria: " Temporary store: la strategia dell'effimero. Come comprendere un fenomeno d i successo e sfruttarne le potenzialità " .

 

L'"Appartamento Lago" è poi un vero e proprio libro edito e voluto da Corraini Edizioni, la cui presentazione è avvenuta durante i giorni del Salone.

L'uso della Rete e delle sue dinamiche ha permesso di creare un passaparola e una mole di contenuti presenti sul web mai vista prima per un evento del fuorisalone.

Il blog tortona.appartamentoLago.com raccoglie tutto il racconto della passata esperienza, dalla ricerca della location alla chiusura di questa mirabolante esperienza.

Ed è proprio il "racconto" che Lago vuole intraprendere, con le persone, i progettisti e gli innovatori, per produrre progetti eccellenti e di senso, senza sottostare alla dittatura del Tempo del fuorisalone.

La scelta di una nuova casa in via Brera 30, va proprio in questo senso.

L'Appartamento è un progetto a lungo termine, e per questo ha bisogno di una parte della città in fermento costante per tutto l'anno.

 

 

COS’E’ IL NUOVO APPARTAMENTO DI VIA BRERA

 

Una casa molto grande al secondo piano di una palazzina proprio di fianco al bar Jamaica - storico ritrovo degli artisti - sarà il nuovo quartier generale Lago che intende rimanerci per parecchi anni viste le energie impiegate per trovare un posto simile.

"Stavamo correndo per arrivare con il nostro bellissimo appartamento infiocchettato nel quale andare a vivere in occasione della design week, ma poi ci siamo fermati ad interrogarci sul senso di arrivare con una super casa, ma con nessun contenuto, con pochissimo tempo dedicato a pensare a come le persone l'avrebbero usata nei prossimi anni."

Per questo il 14 aprile non è stato l'arrivo ma solo la partenza di un lavoro con partner che hanno creduto in questo progetto come Asus, Wired, Listone Giordano, Pyrex, Glossom.com, e tanti altri che si sono trasferiti ad abitare con noi, trasformando la casa in un laboratorio che farà dell'interazione con i visitatori il vero motore della ricerca verso la Casa del futuro.

In cucina 2 posti disponibili per assistente cuoco, una scuola di musica, landscape design in terrazzo, un asilo creativo.

Un interior speciale farà da contorno a questo spirito: muri bianchi e mobili bianchi, un foglio di carta nuovo sul quale disegnare l'Appartamento che nascerà soltanto dopo diversi mesi. Il colore sarà portato dagli abitanti, dai visitatori, dai giovani designer che mostreranno i loro progetti, dai milioni di post-it

usati.

 

 

 

IL COWORKING INVADE LA “DESIGN WEEK”

 

. Li chiamano “nomad workers”: sono i professionisti sempre in movimento, che da alcuni mesi possono contare sui coworking, uffici condivisi dove si può affittare un desk, un ufficio o una sala riunioni anche per un giorno solo, o perfino un’ora.

Notevoli i vantaggi: dai costi contenuti alla possibilità di installarsi in ambienti ad alto tasso di creatività.

Se ne è parlato sabato 17 aprile all’interno del CoworkingCamp2010, una non-conferenza (Barcamp) nello stile del web dove la parola d’ordine è “nessun osservatore, tutti protagonisti”.

L’evento è stato tenuto presso il Business Park MAC 567 in via Imbonati 18 a Milano, dove ha avuto sede l’esposizione dei mobili da ufficio Lago Arredamenti, partner dell’evento. Lo stesso spazio è stato allestito a coworking gratuito per tutta la durata del Salone (14-19 aprile 2010), così da permettere ai visitatori arrivati in città di collaudare questa nuova modalità di lavoro.

Il Barcamp, il cui tam-tam su Internet è già partito, è organizzato da Cowo, la rete italiana di coworking inaugurata lo scorso anno che conta già 32 affiliati in 15 città italiane. Durante la giornata sono stati affrontati tutti gli aspetti dell’attività di coworking: dalle buone pratiche ai casi di successo, dalle possibilità di guadagno agli aspetti legali e amministrativi.

Tra i relatori già annunciati sono stati presenti:

Massimo Carraro, ideatore del network Cowo

Michele Vianello, direttore del Parco Scientifico Tecnologico VEGA di Venezia e sede Cowo

Nicola Zago, marketing manager Lago spa

 

 

 

36e8

Design Daniele Lago

 

La cucina 36e8 è un progetto che alleggerisce la percezione di ingombro e pienezza delle cucine viste sino ad oggi; l’approccio progettuale è totalmente rivoluzionario: nasce la cucina non-cucina che si sgancia dai rigidi schemi compositivi e consente di creare volumi e forme sorprendenti. Questa innovazione dà voce alla “quarta dimensione del progetto” che è in grado di evocare alberi, nuvole, aragoste, etc…

I contenitori, posizionabili orizzontalmente e verticalmente, possono essere composti in modo infinito su un’ipotetica griglia (36,8cmX36,8cm e 18,4cmX18,4cm) che lascia libertà di composizione, creatività e proporzione.

Agli ambienti domestici, spesso sovraccarichi di oggetti dalle elevate prestazioni tecnologiche,LAGO restituisce amore, armonia e calore. L’innovazione semiotica della “quarta dimensione” , pur essendo accattivante, garantisce risposte eccellenti in termini di praticità e funzionalità senza dimenticare che la funzione primaria rimane cucinare.

La cucina fa parte del nostro immaginario collettivo, ha un potere evocativo che nessun altro ambiente della casa possiede. È il cuore della casa, l’essenza stessa della convivialità. È il luogo dove intessiamo rapporti, scambiamo sensazioni, in una parola condividiamo la vita. Vera o immaginata. Eppure, troppo spesso, viene relegata ad anonimo spazio di preparazione dei cibi, seminascosta, quando invece dovrebbe occupare aree luminose e solari, essere ben in vista.

 

Per far sì che la cucina ritrovi la dignità di mostrarsi, abbiamo pensato di conferirle una nuova identità. In LAGO la cucina è un soggetto e non un oggetto d’arredo.

Gli ingredienti?

1) Leggerezza non come banale sottrazione di elementi, ma come reazione al decoro fine a sé stesso.

2) Sospensione dei volumi a muro o a centro stanza.

3) Top sottili, quasi impercettibili che diventano un tutt’uno con i volumi delle basi.

4) Ante e cestoni dalle linee essenziali, pure, senza maniglie, che  si aprono con un tocco.

5) Dispense che scivolano lungo le pareti fagocitando gli elettrodomestici.

 

In cucina si respira!

 

 

 

COL-LETTO

Design Nuša Jelenec , 2008

Premio Edida 2009 Categoria Letti

 

Come è possibile progettare un letto che sia comodo e accogliente come un nido? Il risultato è un anello di “soft foam” intorno al materasso che può essere arrotolato e srotolato come il collo di un dolcevita.

Questa soluzione crea una barriera visiva e sonora dove una persona può rilassarsi ed evadere dalla routine quotidiana. La modalità di utilizzo può essere scelta posizionando il “collare” da aperto a semichiuso a completamente chiuso per uno spazio ancora più intimo.

Questo meccanismo offre l’opportunità di creare forme molto interessanti.

La “schiuma” è attaccata alla cornice del letto con un gancio di velcro ed è, inoltre, sfoderabile.

 

 

FLUTTUA

Design Daniele Lago, 1996

 

Fluttua è un letto sospeso, regolabile in altezza e disponibile nelle forme rotonda e rettangolare. Fluttua è il letto dal quale abbiamo tolto il superfluo lasciando spazio al pensiero.

La caratteristica del prodotto è quella di avere solo una gamba centrale e di essere composto da un pianale in multistrato abbinato a una solida struttura in ferro da fissare alla parete.

 

 

 

HUGGY

design Brit Leisller, Lagostudio 2007

Premiato al Good Design Award 2009

 

Un materasso avvolto a cono infilato dentro una piccola base cilindrica in pvc.

Questa è l’accogliente e pratica poltrona Huggy.

La presa dell'anello di base stringe la parte inferiore del materasso tenendolo unito e creando un’avvolgente seduta con morbidi braccioli. Sfilando la base, il materasso si srotola automaticamente e diventa, all’occorrenza, un comodo letto d’emergenza per ospiti; la base, invece, si capovolge e diventa un utile comodino.

 

 

 

LAGOLINEA

Design Daniele Lago 2009

Premiato al Good Design Award 2009

 

Il sistema Lagolinea è un segno grafico snello e leggero, progettato per offrire ad ognuno la massima libertà espressiva a parete, è ciò che è rimasto riducendo al minimo la classica libreria a griglia.

Lagolinea è l’essenziale in termini di utilità pratiche ed emozionali, il necessario per riporre libri, televisore, oggetti, è un modo originale per raccontare una storia con un gesto.

Il sistema trasforma la riduzione di materiale in valore estetico, riuscendo a far diventare una libreria innovativa leggera anche nei costi.

Da oggi qualsiasi persona potrà disegnarsi a grandi linee ;-)

La snellezza del sistema Lagolinea, apparentemente semplice, nasconde in realtà un’innovazione tecnologica, brevettata, che permette agli elementi verticali (fianchi) di 3 cm di spessore, di essere installati direttamente a parete, sospesi da terra.

Dettaglio che risulta utile sia in termini estetici, producendo un’innovazione rilevante, sia in termini ingegneristici, permettendo la diminuzione dei fori a muro con cui ancora oggi vengono fissate le mensole comuni.

Il sistema Lagolinea è integrabile al sistema 36e8 e alle sue innumerevoli possibilità di contenimento.

 

 

 

MORGANA

Design Daniele Lago, 1996

 

Il concetto da cui nasce Morgana è quello della mobilità. Ampi cassetti sovrapposti l’uno all’altro nella completa libertà di movimento.

Tutte le composizioni godono di infinite possibilità di abbinamento cromatico e d’accostamento di accessori.

Un armonioso sovrapporsi di funzionalità ed eleganza, ideale sia per la zona giorno sia per la zona notte. Imperniato su di una inedita particolarità costruttiva: un giunto interno che consente ad ogni cassetto di ruotare e slittare in quattro direzioni.

 

 

 

N.O.W. Not Only White

Design Daniele Lago, 2007

 

È l’armadio personalizzabile all’infinito.

L’armadio che scompare e si integra perfettamente con l’architettura della casa nascondendosi tra le pareti. Con un uso del colore innovativo e un sistema così flessibile e versatile da essere a misura di desiderio di ciascuno. Non un semplice sistema componibile, ma un prodotto che fa coincidere il sogno pensato con l’oggetto realizzato.

Le fasce modulari, da 21 a 115cm con molteplici larghezze intermedie, creano il design dell’armadio dando un nuovo ritmo visivo e, inoltre, l'innovativo sistema di apertura delle ante cancella le maniglie mimetizzando N.O.W. con l’architettura della parete, oppure creando nuovi mood cromatici in armonia con gli ambienti circostanti.

Nasce così una soluzione realmente al centimetro, per le dimensioni ma anche per le sensazioni: ogni fascia può assumere infatti un colore differente.

 

 

 

I NUOVI DIVANI LAGO

Design Daniele Lago, 2010

 

In occasione del Salone internazionale del mobile di Milano, Lago presenta in anteprima la nuova collezione di divani “Air”.

Dopo le incredibili cucine 36e8 presentate nel 2008, i divani rappresentano l'ennesima sfida dell'azienda padovana al raggiungimento del “total living”, per posizionarsi cioè sul mercato con prodotti rivoluzionari per ogni area della casa.

I divani della collezione Air sono prima di tutto un prodotto Lago, e per questo ad un primo sguardo sono immediatamente riconoscibili l'approccio al design e alla ricerca tecnica per la realizzazione di un prodotto modulare e per questo incredibilmente customizzabile, ma con altissimo valore estetico.

Piccole variazioni in fase di scelta dei moduli seduta e schienale consentono infatti di creare non solo divani, ma isole di lavoro ed innovative aree relax anche grazie ad accessori come tavolino, cuscini e braccioli.

 

Come gli altri prodotti della collezione Air (tavolo e libreria) sono distintivi la sospensione della struttura con lastre di cristallo e i brevetti tecnologici registrati.

Una struttura portante in alluminio e un innovativo sistema di aggancio, consentono l'assemblaggio di sedute, schienali e braccioli di diverse dimensioni, permettendo la giusta scelta in base agli usi, con reale possibilità di integrazioni e modifiche del divano in tempi successivi all'acquisto in base alle nuove necessità.

Per la prima volta, sono state dedicate importanti risorse nella ricerca della sostenibilità ambientale ad ogni livello, dalla selezione dei fornitori, alla scelta dei materiali, all'imballaggio e allo smaltimento.

 

 

 

SISTEMA AIR

Design Daniele Lago, 2008

 

Il trio di prodotti, libreria e tavolo e letto che inverte l’ordine dei fattori: leggerezza estrema nelle strutture portanti, in cristallo trasparente e fisicità piena del piano e delle mensole.

Il risultato è che mensole, piano del tavolo e letto fluttuino nell’aria, quasi fossero sospese nel vuoto. All’intero ambiente si conferisce una lettura nuova dello spazio modificando la percezione dei rapporti pieno/vuoto, leggero/pesante.

Il tavolo è costituito da due lastre perpendicolari su cui poggia il piano in legno.

La libreria è realizzata con montanti eterei in cristallo che sostengono le mensole in legno.

Posizionata a centro stanza o addossata al muro la libreria è free-standing ed evita l’ancoraggio a parete.

L’effetto di sospensione diventa ancor più evidente nel neonato letto AIR. La base del letto in HPL si appoggia su un telaio metallico su cui sono innestate 4 lastre di cristallo che, se ruotate, cambiano l’altezza del letto.

Le venti figure del kamasutra che si trovano sotto il materasso, oltre a divertire e rendere sexy il letto, consentono al materasso stesso di essere areato.

La luce posta sotto la base gli conferisce un effetto scenografico unico: a luci spente, nella notte, questo tappeto volante concilia, più che il sonno, il sogno.

 

 

 

STEPS_C

Design Monica Graffeo, 2008

 

Una sedia dall'aspetto leggero ma materico. Il rigore e la pulizia formale, insieme alla componente ludica di questo prodotto, definiscono il suo carattere.

Per assemblare la sedia è sufficiente far calzare sulla struttura in alluminio le corrispettive fette di feltro.

 

Contatta l'azienda
Paginearredo