Berto SalottiBerto Salotti

Copat Cucine

  • Copat: mod. KOS CAYMAN SALINA
  • Copat: mod. KOS CAYMAN SALINA
  • Copat: mod. KOS CAYMAN SALINA
  • Copat: mod. KOS CAYMAN SALINA
  • Copat: mod. LIPARI
Redazione Galleria immagini completa

Eurocucina 2010

16 immagini

 

 

 

 

 

AZIENDA

Copat cucine, fondata nel 1980 da Angelo Copat è una realtà industriale italiana presente in tutto il mondo, cresciuta e consolidata con la passione e l’impegno di un’intera famiglia.

 

Con un fatturato in ascesa, una quota di export costantemente crescente, 4 siti produttivi, 140 addetti e una superficie totale di 33.000 metri quadrati, una produzione di oltre 10.000 cucine all’anno, COPAT è una realtà produttiva dinamica in grado di anticipare le richieste del mercato nazionale e internazionale.

 

Copat è presente ai più significativi appuntamenti fieristici a livello internazionale e ha dato vita a showroom nei principali mercati in collaborazione con partner locali.

 

 


MISSION E VALORI

L’Azienda, guidata dalla famiglia COPAT, si è sviluppata e consolidata puntando sulle risorse umane, le tecnologie e il rispetto dell’ambiente quali pilastri fondamentali e insostituibili per il proprio sviluppo.

 

Il rispetto dei propri valori etici rappresenta, infatti, per COPAT il presupposto insostituibile di tutte le sue attività. Una serie di regole che l’azienda sente come necessarie per sé stessa e che guidano tutti i suoi rapporti con i propri interlocutori interni ed esterni. Una filosofia basata sulla qualità dei materiali, dei processi, dei prodotti dei rapporti umani, dell’ambiente e sulla valorizzazione delle qualità di tutti.

 

Fare qualità non è una moda, ma un’esigenza, è uno stato di necessità: COPAT ha ottenuto le 3 Certificazioni per la Qualità, la Salute e Sicurezza e dei lavoratori e per il Sistema di Gestione Ambientale, ed è il primo produttore italiano di mobili per cucina registrato EMAS - Eco-Management and Audit Scheme - il regolamento della Comunità Europea che prevede l’adesione volontaria di una impresa o ente pubblico a un sistema comunitario di ecogestione e audit.

 


 

FILOSOFIA

Per Copat la cucina non è solo un insieme di mobili o di tecnologie per cucinare. E’ il luogo della casa nel quale si vivono sogni, emozioni e sensazioni. E’ il luogo dove forme ispirate alla tradizione o suggerite dalla contemporaneità permettono l’incontro tra le persone che lo abitano e lo vivono.

Copat ricerca una sintesi originale e versatile del concetto di cucina. Cucina che è, e diventa sempre di più, lo spazio nel quale convivono versatilità e personalizzazione, durata e innovazione, adattabilità alle dimensioni e agli stili di vita più diversi senza mai perdere di vista la bellezza del progetto, la qualità dei materiali e la cura della realizzazione.

Questa è la filosofia di Copat: un’idea di cucina che prende tante forme diverse, dal classico al moderno, interpretando i segnali e anticipando le tendenze.

 

 


IL VALORE DEL TERRITORIO

 La filosofia di Copat si sviluppa nel territorio nel quale l’azienda è nata e opera. Un territorio nel quale la capacità di innovazione è strettamente correlata all’istinto imprenditoriale. Un istinto che è andato progressivamente rafforzandosi diventando simbolo del Made in Italy nel mondo.

E Copat, tra i protagonisti di questo spirito, reinveste a favore del territorio con iniziative di business, culturali, educative e sportive.

 

 


CUCINA SECONDO COPAT

Prodotte nel pieno rispetto dell’ambiente, delle persone e della qualità dei materiali, le cucine COPAT coniugano creatività e funzionalità, tradizione e innovazione interpretando  e sviluppando il concetto di cucina “all’italiana”.

Composizioni alla moda, di tendenza, minimal e high tech declinano le linee del design made in Italy. Ogni modello si distingue per estetica e funzionalità, con grande ricerca dei dettagli e qualità nelle finiture.

Un’ampia gamma di cucine COPAT rende omaggio al classico dando forma all’intramontabile eleganza di ogni sua variante. Legno, materiali pregiati e grande cura nelle lavorazioni incontrano le esigenze funzionali dell’abitare contemporaneo.

 

 


LO SPAZIO DI CASA: IL LIVING SECONDO COPAT

Abitare è sentirsi ogni giorno in sintonia con ciò che ci circonda, in un ambiente che rispecchi in pieno la nostra vita, i nostri gusti, i gesti quotidiani. Intorno a sé, nella propria casa, la sensazione di agio, di benessere e di libertà fa dello spazio un elemento molto importante.

La cucina e la zona giorno sono gli spazi dell’abitare che più frequentiamo: in famiglia, da soli o con gli amici, qui si concentra la vita di ogni giorno. Sono i luoghi dove si vivono sogni, emozioni e sensazioni.

 

Copat, realtà affermata dell’italian style nel settore cucina, ha ben presente questa concretezza, e da 30 anni interpreta i segnali che anticipano le tendenze, ora anche per la zona giorno.

La casa secondo Copat è sempre di più lo spazio nel quale convivono versatilità e personalizzazione, durata e innovazione, adattabilità alle dimensioni e agli stili di vita più diversi, senza mai perdere di vista la bellezza del progetto, la qualità dei materiali e la cura della realizzazione.

 

Con Copat ogni giorno è un nuovo giorno, mai il “solito”. Il living si modella su infinite combinazioni e spazia tra moltissime finiture e 30 colori di serie con una componibilità molto estesa che dà vita a soluzioni innovative e creative, secondo il proprio gusto.

Basi, contenitori in appoggio, contenitori appesi (Closed system), schienali con mensole e librerie (Open system) si adattano a ogni ambiente.

Le misure di ogni elemento permettono di studiare la soluzione migliore, le ante del Closed System hanno 5 modalità di apertura diverse (dall’alto a ribalta, dal basso, standard, scorrevole laterale e a cassetto). Melaminico, impiallacciato o laccato, materiali diversi  in varianti diverse di colori e di finitura, moduli di spessori variabili, misure modulari: tutto concorre per fare dell’abitare una sintonia quotidiana.

 

 


1980/2010…TRENT’ANNI VERSO IL FUTURO

Quest’anno Copat festeggia i 30 anni di vita, 30 anni che hanno messo la cucina al centro della casa, dove si vivono sogni, emozioni e sensazioni. E’ il luogo dove forme ispirate alla tradizione o suggerite dalla contemporaneità permettono l’incontro tra le persone che lo abitano e lo vivono.

Nozze di perla per l’azienda del distretto del Mobile del Livenza, un matrimonio tra versatilità e personalizzazione, tra durata e innovazione, da sempre sintesi del concetto di cucina per Copat.

 

Per l’occasione, l’azienda friulana rivive un ritorno alle origini, con il rinnovo del blocco uffici situato nel primo stabilimento storico che diventeranno il quartier generale della divisione tecnico-produtiva , dove creatività e ricerca saranno coniugate da un team di tecnici esperti che svilupperanno idee di prodotto tese ad interpretare nel migliore dei modi il concetto di “cucina all’italiana”,declinata nelle linee sia contemporanee che di memoria all’insegna del più autentico Made in Italy.

 

 


PERSONAL SPACE: LO SPAZIO CHE TI AVVOLGE

Da oggi Copat estende il suo “pensiero di casa” proponendo Personal Space, il nuovo concetto d’arredo che avvolge lo spazio e accompagna ogni giorno il personale modo di vivere la casa.

Una zona giorno risultato di un insieme fortemente personalizzato: cucina, spazio living, architetture componibili e complementi. Tutti gli elementi d’arredo diventano “architettura” e gli elementi architettonici diventano “arredamento”.

 

Il concetto di arredare diventa un prodotto sartoriale, realmente su misura. Con l’ausilio di un’efficace progettazione 3D, la cucina, i mobili della zona giorno, l’illuminazione e persino il caminetto (o stufa) vengono studiati e “cuciti” sul posto, integrati nell’insieme con il supporto dell’esclusivo sistema di “architetture componibili” studiato da Copat.

 

Si tratta di robusti elementi multistrato facilmente assemblabili, completi di accessori per un efficace ancoraggio al muro e al pavimento, che consentono di creare strutture architettoniche per interni altamente personalizzate.

Pareti, compartimentazione degli spazi, controsoffitti, soluzioni salva spazio, le architetture componibili risolvono e vanno incontro a qualsiasi esigenza. Niente più vincoli, nessuna costrizione nella scelta dell’arredamento: con Personal Space la casa può diventare ciò che desideriamo.

Facilmente removibili e riposizionabili, i moduli delle architetture componibili hanno tempi ridotti di lavorazione, sono più robusti e più precisi rispetto al classico cartongesso; non sporcano con calce e polveri, permettono un’agile lavorazione sul posto, soprattutto in caso di manutenzione di impianti e canaline. Le architetture componibili permettono di risolvere in un sol colpo forma e funzione.

 

Una partnership con Palazzetti, leader nel settore del riscaldamento domestico, fa di Personal Space un sistema veramente flessibile e ricco di risorse compositive, con caminetti a legna, a pellet oppure a legna; inoltre, le architetture componibili permettono di integrare anche i corpi illuminanti. Il risultato d’insieme è sicuramente di grande effetto, completo sin dalla sua progettazione.

 

Partendo dalle esigenze funzionali ed estetiche, il nuovo concetto di arredo di Copat permette la massima integrazione e la massima capacità interpretativa estetica.

L’estesa gamma di modelli di cucina e dei mobili per la zona giorno, con finiture, colori, materiali, modularità e accessori infiniti, offrono ulteriori spunti di personalizzazione ed esclusività del proprio spazio. È possibile scegliere tra vari stili, moderno, classico e in muratura, tra 21 modelli di cucine, 14 finiture e 30 colori di serie: una possibilità compositiva pressoché illimitata, con gli elettrodomestici delle migliori marche.

Per la zona giorno, le stesse finiture, le stesse colorazioni della cucina e una componibilità molto estesa danno vita a soluzioni innovative e creative, secondo il proprio gusto.

Dal progetto alla realizzazione Copat diventa il “sarto” della casa, con la garanzia delle sue certificazioni che ne fanno un partner affidabile e sicuro.

 

 

 


COPAT VILLAGE: SPAZIO e SUGGESTIONI.

L’appuntamento a Eurocucina 2010 di Copat ha visto un nuovo e inedito scenario, il Copat Village. Uno spazio caleidoscopico di emozioni e proposte suggestive per abitare la cucina e il living.

 

Cinque stili interpretati da Copat in chiave attuale, nei quali la seduzione dei colori si combina in modo sapiente alla variegata proposta di materiali e i concetti si sviluppano per vivere in modo individuale uno spazio senza limiti.

 

Copat Village narra il senso dell’abitare attraverso scenari open nei quali i volumi scivolano uno dentro l’altro in modo quasi impercettibile, affascinando il visitatore e proiettandolo in un mondo che potrebbe essere suo. L ’espressione di un gusto dove la libertà di scelta è valore primario attraverso la quale si riscopre il piacere di stare in casa e di ricevere.

 

L’occhio che guarda Copat Village potrà focalizzarsi su una visione creativa suddivisa in cinque diversi spazi:

 

-        Rocky mountain, la calda atmosfera di un camino al centro della stanza che enfatizza materiali naturali accostati al nero più rigoroso. L’essenza degli elementi interpretata da Caribe.

 

-        Piazza Duomo: il gioco proposto da un orizzonte cosmopolita mixato al gusto italiano. Un cocktail di nuance bianche e leggere lastre di vetro extrachiaro sospese nello spazio. La sintesi di un panorama dinamico ma lieve al tempo stesso interpretata da Caribe.

 

-        Foliage: il rosso mattone, il giallo intenso, i colori dell’autunno canadese che vestono e combinano tra loro materiali e tinte naturali. Un’immagine enfatizzata da una luce brillante interpretata da Kos/Cayman/Salina.

 

-        Costiera amalfitana: il profumo carico di emozioni che ci accompagna segretamente al cuore dell’istinto creativo di Giò Ponti e del suo Parco dei Principi. Cultura e tradizione mediterranea rivisitata con prodigiosi equilibri e senso estetico dall’interprete Lipari.

 

-        Parigi in bianco e nero: la “decadenza” di uno stile di vita unico della Ville Lumière mai démodé. Volumi puri scanditi dal contrasto infinito del bianco e del nero, della luce e dell’ombra. Un appeal scenografico straordinario quanto un tributo all’eterno alternarsi di tradizione e modernità interpretato da LOGGIA.

 

Copat Village sottolinea un percorso che vuole una connotazione sempre più forte nello sviluppo di un design inedito e personalizzabile nelle cucine e nel living.

 

 

 


IL MONDO CARIBE: TRAMONTO SU NEVE A ROCKY MOUNTAIN

Il caldo soffio di un camino al centro della stanza dirada e modella la materia, una sfumatura di colori che richiama le montagne americane, il loro tramonto, i trofei di caccia e gli inverni rigidi del nord. Rocky Mountain, la suggestione scelta da Copat per questa ambientazione affascinante, chiama a complici tre tonalità di rovere con giochi di luce radente. Caribe è la cucina protagonista, attrice di una dematerializzazione epocale, dove la leggerezza delle linee porta pulizia formale ed estetica, insieme a equilibrio e linearità.

 

Il taglio sega in laminato contrasta la venatura del legno, e lo spessore di 14 mm scatena un’espressione di sospensione materica. L’essenza degli elementi trovano uno spazio rarefatto, sia nella cucina che nel living. Il Nero lucido e il soft Panna sono i protagonisti del cooking. Le ante delle basi e delle colonne sono in pannello di particelle classe E1 rivestito in acrilico lucido nero, in contrasto con il pannello mdf classe E1 laccato soft panna dei pensili e del mobile a giorno affacciato sul living, con una curvatura che sfuma e scivola al tatto. I fianchi a ridosso sono tutti in finitura come le ante, dello stesso spessore di 14 mm.

La scocca dei pensili sono in melaminico grigio-tela con bordo a spessore, mentre quella delle basi e delle colonne, in melaminico grigio-tela con parapolvere, sono realizzate in Pannello Ecologico IDROLEB, a più bassa emissione al mondo di formaldeide.

 

La piccola isola al centro della cucina è raccolta in ante curve, che ne sfumano il confine e alleggeriscono l’ingombro, in linea con l’innovativa sospensione materica di Caribe. Al centro, il piano cottura Hotpoint-Ariston di colore nero lascia lo spazio per un piano d’appoggio a bancone dove si inseriscono due sgabelli modello Bivio con struttura cromo lucido e seduta cuoio nero. La cappa ad isola con illuminazione a LED integrata è inserita in un parallelepipedo grazie alla collezione Personal Space, che va ad unirsi al blocco caminetto al centro della stanza.

 

Il piano lavoro a parete è alleggerito dai vuoti nella parte bassa e dall’avorio dei pensili ad apertura “push-pull” con movimento elettrificato. Il cristallo temperato laccato nero del top e dell’alzatina, spessore 10 mm, sono interrotti solo dal lavello Franke sottotop polifunzionale in inox, ed è illuminato dalle luci a led dei pensili soft Panna. 

Copat ha curato tutti i dettagli: i cassetti e i cassettoni modello Invito in inox, il portaposate in cristallo, il tappetino antiscivolo nero, l’accessorio portapentole in massello tinto noce canaletto completo di pentole, il kit pattumiera “design” da 120 cm per la raccolta differenziata, l’illuminazione interna a led (modello Detroit) per le basi, le maniglie in laminato stratificato in finitura nero lucido (modello Caribe).

 

La parete attrezzata a colonne prevede un portale sovrastante, con illuminazione a led integrata, realizzato grazie alle architetture componibili di Personal Space, che ne incornicia il frigo-congelatore Hotpoint-Ariston, così come il forno multifunzione, il microonde e la macchina da caffè.

 

Al centro di Rocky Mountain, il blocco rivestito in “tecno pietra” con caminetto bifacciale a legna di Palazzetti separa la cucina dalla zona living, dove il mix di colori si esprime in maniera importante.

Legno rovere, rosso, panna, grigio, nero: otto pensili colorati, a vista e chiusi, che richiamano i colori del fuoco, della neve e delle rocce, diradati nello spazio con un ordine quasi casuale, seguendo la leggerezza che caratterizza Caribe.

 

Alla base scorre, per tutta la lunghezza, un corpo unico con ante rivestite in acrilico Nero lucido, le ante dei pensili sono in pannello mdf classe E1 laccato soft Panna, Borgogna, Grigio e acrilico lucido Nero lucido, tutte spesse 14 mm. La scocca è in melaminico laccato soft, i pensili a giorno sono realizzati in melaminico Rovere Medio Caribe; l’apertura a ribalta “push-pull” con movimento manuale condivide il senso incorporeo di Caribe.

 

Tra il caminetto e la parete living, il tavolo modello Alfa porta una struttura fissa in acciaio inox e piano in cristallo temperato laccato nero spesso 10 mm, attorno al quale si inseriscono le sedie modello Cubica Quattro con struttura in cromo e seduta nero opaco.

Sopra il tavolo, quasi a cornice del living, un controsoffitto Personal Space definisce i confini della zona pranzo, sospeso a mezz’aria in un continuum con la leggerezza tipica di Caribe.

 

 

 


COSMOPOLITA E DINAMICA – LA CUCINA CARIBE RIVISITATA IN “PIAZZA DUOMO”

Un ambiente asciutto, veloce, dinamico. Il contemporaneo dell’orizzonte cosmopolita fuso al gusto italiano. Un cocktail di nuance bianche e leggere, polverose, basamenti in vetro sospesi nello spazio. La sintesi di un panorama in movimento ma al tempo stesso lieve è interpretata da Copat con la cucina Caribe, nell’ambientazione “Piazza Duomo”.

 

La leggerezza estetica e materica del modello Caribe si esprime alla vista e al tatto, con i soli 14 mm di spessore. Una vera rivoluzione della progettazione in cucina, che in questa suggestione di Copat viene accompagnata dalla sospensione dei mobili base di isola e penisola su strutture portanti in cristallo temperato da 12 mm di spessore.

Le scocche delle basi e dei pensili, con finitura bianca e grigio-tela, sono in pannello melaminico ecologico idrorepellente (Pannello Ecologico IDROLEB), a più bassa emissione al mondo di formaldeide, così come la scocca delle colonne in finitura grigio-tela con parapolvere.

 

L’isola al centro della cucina è un parallelepipedo “asciutto”, lineare, con ante in mdf classe E1 laccato lucido spazzolato Bianco, spesse 14 mm. Al centro, il piano cottura “in linea” di Scholtes ne segue il profilo, così come la gola delle basi in alluminio verniciata bianco che sostituisce la maniglia in una prospettiva di scorrevolezza e velocità. La cappa ellittica ad isola sovrastante di Falmec è in acciaio inox con aspirazione 800 mc/h.

 

La parete attrezzata richiama il melange del bianco e del grigio marmorei tipici della Cattedrale, con ante pensili in mdf classe E1 laccato soft Grigio cumino dall’apertura basculante “push-pull” con movimento elettrificato. La luce a led illumina l’interno dei pensili riflettendo la luce sui mobili base.

Top e alzatina, di 20 mm, sono in Corion Designer White , dove si aprono, quasi celate, le due vasche del lavello con coprivasca a filotop, anch’esse in Corian“Designer White . Il rubinetto “Xtouch” di Newform in cromo lucido sembra quasi un soprammobile di decoro, l’apertura del lavello si intuisce appena.

 

Le colonne al di là dell’isola, con ante in mdf classe E1 laccato lucido spazzolato Grigio fumo, spesse 14 mm, sono incorniciate in alto da architetture componibili della collezione Personal Space, e attrezzate con maniglie in laminato stratificato in finitura Cromo lucido, modello Caribe.

Al centro, una fornitura completa di elettrodomestici d’alta gamma: frigorifero e congelatore Hotpoint-Ariston, forni compatti e macchina da caffè Scholtes. A lato, la colonna dispensa con ante rientranti è completa di illuminazione a Led e di “kit Corian” composto da un piccolo piano di servizio ribaltabile all’occorrenza e supportato da una ciotola e da un vassoio realizzati tutti nello stesso materiale pregiato.

Tra i dettagli curati da Copat, la cucina Caribe di questa composizione comprende il tappetino antiscivolo per cassetti e cassettoni in bianco, l’accessorio portapentole in massello laccato bianco completo di pentole e il kit pattumiera “design” da 120 cm per la raccolta differenziata.

 

La penisola che delimita cucina e zona living si incastra alle basi cucina quasi come un perfetto e levigato blocco di marmo. Da un lato, verso la zona cooking, i cassettoni modello Invito bianco, dall’altro, spazi aperti che si affacciano sul soggiorno.

La parete living è composta da “scatole” di volumi diversi, vivaci nelle misure e nelle modalità di apertura delle ante, accompagnate alla base da una “mensola-panca” in mdf classe E1 laccato lucido spazzolato Grigio Fumo. La scocca dei pensili è realizzata in Pannello Ecologico IDROLEB laccato soft, interno-esterno, mentre le ante sono in mdf classe E1, con varianti laccato soft e lucido spazzolato, di colore Bianco. I moduli pensili presentano diversi tipi di apertura (a ribalta, battente, etc.), ma sono privi di maniglia, sostituita dal dispositivo “push-pull” meccanico.

 

 

 


FOLIAGE: I COLORI CALDI DI KOS/CAYMAN/SALINA

Il rosso mattone, il giallo intenso, l’ebano e il nocciola: i colori dell’autunno canadese vestono e combinano tra loro materiali e tinte naturali, in un clima di terra e di luce. Un’immagine enfatizzata negli spazi di Kos/Cayman/Salina, la combinazione delle cucine moderne di punta di Copat.

Luce brillante e silenzio da tramonto interpretano la bellezza di uno spazio vissuto, in solitudine o in compagnia, con il piacere e la vivacità dei materiali, alla vista e al tatto.

 

Nella composizione allestita da Copat, il crogiolo dei modelli interpretati in Foliage mette in risalto l’ampiezza delle possibilità, accomunate dal leit motive delle tonalità. La scocca delle basi cucina e della zona living sono in melaminico beige tela con parapolvere, realizzate in Pannello Ecologico IDROLEB, a più bassa emissione al mondo di formaldeide. La scocca delle colonne è in pannello multistrato classe E1 “Multialu” idrorepellente. Le ante basi della cucina (modello Salina) sono in pannello MDF classe E1 laccato lucido spazzolato color Nocciola, spesse 25 mm, mentre le ante basi del living, in pannello di particelle classe E1 impiallacciato multi laminare, sono in Ebano in finitura opaca, del modello Kos di Copat, nello stesso spessore delle ante Salina. Le finiture Brunito e vetro laccato Nocciola del modello Cayman Glass trovano spazio nelle ante delle colonne, in telaio in alluminio. Per le ante pensili della zona soggiorno, Copat ha scelto il Giallo Curry (RAL1027) su pannello in MDF classe E1 laccato soft, “rubate” al nuovo modello Caribe, caratterizzato dalla leggerezza materiale ed estetica: solo 14 mm di spessore per un ambiente che trova respiro e distensione. Le aperture “push-pull” dei pensili e la gola in alluminio delle basi (finitura Brill) sostituiscono la concretezza delle maniglie garantendo la massima pulizia estetica ai volumi.

 

Il top e i fianchi a ridosso sono in acciaio inox spesso 20 mm, il lavello a due vasche in acciaio inox con invaso saldato direttamente sul top è completo di tagliere scorrevole e rubinetto monocomando a scomparsa, donando a Foliage una luce che si riflette sul vetro laccato di Cayman Glass.

Non manca la cura per i dettagli, con il tappetino antiscivolo per cassetti e cassettoni, l’accessorio porta pentole in massello tinto noce canaletto (completo di pentole), il kit pattumiera “design” da 120 cm per la raccolta differenziata e l’illuminazione interna, per basi, colonne e pensili, con LED modello Detroit.

 

Sviluppato in lunghezza, il piano lavoro con piano cottura Electrolux a induzione sfuma nel tavolo snack in piano impiallacciato Ebano multilaminare opaco, dove si inseriscono le sedie modello Karisma con struttura cromo lucido e seduta cuoio moka. La cappa scelta per Foliage, sospesa all’architettura componibile di Personal Space, è un modello di Falmec ad isola da 180 cm in acciaio inox.

Le colonne con ante scorrevoli in vetro laccato nocciola di Cayman, simmetriche rispetto al grande frigo-congelatore di Electrolux, racchiudono il forno multifunzione, il microonde e la macchina da caffè, anch’essi di Electrolux. Della collezione Personal Space, l’elemento orizzontale che sovrasta le colonne e il fondale illuminato a LED dietro al frigo-congelatore free-standing apre lo spazio e illuminano ulteriormente il vetro laccato.

 

Il piano d’appoggio a bancone, leggermente rialzato rispetto al piano lavoro, è realizzato in Ebano multilaminare opaco, dove si accostano gli sgabelli modello Cubo con struttura cromo lucido e seduta cuoio moka. La configurazione incorpora e assorbe un modulo a mensole che si affaccia sulla zona soggiorno, quasi a sfumare il confine tra i due spazi.

 

Il semi-portale con luce integrata a LED separa idealmente la cucina dalla zona living, grazie alle architetture componibili e ai complementi della collezione Personal Space, leggere e strategiche per creare in pochi passaggi nuovi ambienti secondo il proprio gusto.

 

Il giallo curry dei pensili living si lega al beige-tela della libreria, su un binario immaginario che scorre insieme ai mobili base in ebano opaco.

 

 


COSTIERA AMALFITANA – ORE 12.00: L’ATMOSFERA RASSICURANTE DI LIPARI

Il profumo carico di emozioni ci accompagna segretamente al cuore dell’istinto di Giò Ponti e del suo Parco dei Principi. La cultura e la tradizione mediterranee sono rivisitate con rassicuranti equilibri e senso estetico dall’interprete Lipari, la cucina Copat dal gusto moderno ma allo stesso tempo rarefatto, esclusivo. Le forme asettiche che la distinguono allontanano dalla quotidianità domestica, dall’apparenza, verso un approccio mentale più consapevole e rassicurante.

 

L’apertura della composizione presentata da Copat allarga la vista allo spazio del ricevere e al piacere di stare in casa, i limiti vengono sfumati lasciando spazio a una piacevole sensazione di calore e valore, sia visivamente che al tatto.

Le ante a telaio di questo nuovo modello sono spesse 25 mm e ben si prestano ad ampie superfici aperte, le finiture laccate a poro aperto trasmettono concretezza e corporeità.

 

Lipari raccoglie in pieno le suggestioni evocate, in uno stile moderno, ma romantico. Nell’ambito di “Costiera Amalfitana”, la composizione pone al centro la cucina, grigio pietra, contornata dal living bianco che ingloba forno e frigorifero, sfumando i confini tra i due ambienti.

 

Lipari prende forma con ante a telaio – giunzione a 45° – in MDF classe E1 rivestito in polipropilene, un materiale tecnologico ecologico e riciclabile al 100%; la finitura laccato opaco a poro aperto Grigio dei mobili base compensa la leggerezza del Bianco del living, anch’esso con ante, basi e colonne in telaio MDF.

Le scocche delle basi e delle colonne sono in melaminico bianco realizzate in Pannello Ecologico IDROLEB, a più bassa emissione al mondo di formaldeide. Il top ha un supporto in pannello multistrato con rivestimento in Kerlite® color Cenere, spessore 4 cm.

La cura per i dettagli si evidenzia nell’illuminazione interna a LED per le basi, l’accessorio porta pentole in massello laccato bianco, completo di pentole, il kit “design” per la raccolta differenziata e il tappetino antiscivolo per cassetti e cassettoni.

Ogni componente è stato arricchito con la massima dotazione possibile e gli elettrodomestici REX Electrolux, fra i quali spicca il nuovo forno con maniglia in vetro, offrono i più elevati livelli prestazionali della categoria.

 

Leggera nella parte alta, dove presenta solo la cappa in acciaio inox da 120 cm realizzata su un progetto Copat con illuminazione a LED e aspirazione massima pari a 800 mc/h, la cucina Lipari si completa sfumando nel living, e il living va incontro alla cucina. Per la zona giorno, il sistema Personal Space, il nuovo concetto d’arredo studiato da Copat, avvolge lo spazio diventando un insieme fortemente personalizzato: spazio living, architetture componibili e complementi. Tutti gli elementi d’arredo diventano “architettura” e gli elementi architettonici diventano “arredamento”.

 

Le architetture componibili, elementi multistrato facilmente assemblabili che consentono di creare strutture architettoniche per interni, racchiudono e inglobano un caminetto a pellet Palazzetti decorativo e funzionale al tempo stesso, completo di bocchette per la diffusione nell’ambiente dell’aria riscaldata e gestito da una centralina elettronica.

 

Il personale modo di vivere la casa trova la sua realizzazione nelle infinite possibilità di combinazione del living Copat: le stesse finiture, colori e dimensioni di Lipari sono riprese per la zona giorno in un continuum sensoriale ed estetico.

 

 


CLASSICA MA CONTEMPORANEA: PARIGI IN BIANCO E NERO È INTERPRETATA DA LOGGIA DI COPAT

La tradizione cambia look e chiama a gran voce tutto il potere evocativo della Ville Lumière, mai démodé, dal fascino irresistibile. “Parigi in bianco e nero” è la suggestione che Copat ha interpretato con la cucina Loggia bianca, dallo stile classico ma fuori dal tempo. Il calore della storia e la tecnologia di oggi trovano un equilibrio tra classico e contemporaneo, in un contesto romantico e allo stesso tempo attento.

 

L’atmosfera quasi magica delle boulangerie parigine, le stanze vissute del Marais, l’atmosfera artistica delle strade di Montmartre vengono rievocate da Copat attraverso finiture anticate e cromatismi rinnovati, in questa composizione dal look totalmente in bianco e nero, elegante e tradizionale.

Il nuovo modello Loggia bianca pensato da Copat è interpretato in “Parigi in bianco e nero” attraverso ampi spazi di contenimento e di utilizzo, completa in tutte le funzioni principali e oltre.

Un materiale protagonista, solido e pregiato - il noce massello - laccato opaco Bianco puro, il rivestimento del top in piastrelle 10x10 Nero lucido, le maniglie in metallo a finitura cromo lucido: il calore e l’autenticità di alcuni piccoli particolari fanno di Loggia una cucina seducente.

La scocca dei mobili è in legno listellare, schiene e strutture a cassetto in frassino massello, ante, cornici e zoccolini in massello di noce; resistenza e storicità vengono subito richiamate alla mente.

 

La grande isola quadrata al centro è un perfetto equilibrio di pieni e vuoti, con piano cottura a induzione AEG-Electrolux e una struttura cappa ad isola integrata nel controsoffitto, importante ma delicata, con cornicione in noce massello laccato opaco bianco puro e camino in pannello multistrato Classe E1 della collezione “Personal Space”.

I pieni dei mobili base sulla parete attrezzata sono alleggeriti dai vetri dei pensili centrali, illuminati internamente; il lavello Franke è un modello da appoggio in ceramica con doppia vasca, che alterna il nero delle piastrelle 10x10. Tra gli optional “di stile”, Loggia comprende il portaposate in massello finitura Bianco, completo di posate, così come il portaccessori che contiene utensili da cucina, il tappetino antiscivolo bianco e il set di pentole ben ordinate nel pratico porta pentole da cassetto.  

 

Il sistema Personal Space gioca con la cucina creando funzionalità ed estetica: dalle piccole nicchie con mensole illuminate che attenuano i pieni del legno, al controsoffitto a cassettoni dal gusto un po’ retrò, fino al blocco incorniciato con caminetto e forno-pizza a legna integrati e affiancati dalle colonne estraibili rotanti, perfetta per contenere e nascondere allo stesso tempo.

Le architetture componibili di Personal Space permettono di diffondere il calore generato dal focolare a legna in tutto l’ambiente, gestendone il funzionamento tramite una centralina elettronica.

A completare la composizione di “Parigi in bianco e nero”, la parete attrezzata a colonne e rifinita grazie ai pannelli multistrato di Personal Space lascia spazio a una dotazione ben più che completa di elettrodomestici: forno combinato, forno a vapore e macchina da caffè, tutti completi di scaldavivande e garantiti dalla tecnologia AEG-Electrolux.

 

Finiture di prestigio e ampi spazi aperti e chiusi, dove riporre con cura gli oggetti di ogni giorno o per il semplice piacere di esporre le proprie collezioni, legate ai ricordi o agli affetti, senza rinunciare alla comodità e alla funzionalità della tecnologia in cucina.

Contatta l'azienda
Paginearredo