Berto SalottiBerto Salotti

B-Line

  • B-Line: mod. abra
  • B-Line: mod. abra
  • B-Line: mod. snoop
  • B-Line: mod. woopy
  • B-Line: mod. woopy family
Galleria immagini completa

Novità 2011

16 Immagini

 

 

 

 

 

DON'T BE PART OF THE FURNITURE!

Niente omologazione, prego!

In B-LINE non c'è spazio per chi vuole correre dietro all'ultimo trend del momento, perché domani sarà già vecchio e perché non ci vuole niente a fare come gli altri. La vera sfida sta nel produrre oggetti originali e funzionali, nell'introdurre innovazione e mantenere l'ironia, considerando, naturalmente, anche la componente estetica.

Se la scelta è dentro o fuori, meglio fuori dove c'è più aria, più luce e libertà di movimento.

A dodici anni dalla sua fondazione, B-LINE si considera un marchio giovane, come le persone che la compongono. Sarà per questo che ama l'Italia, dove mantiene orgogliosamente la produzione, ma guarda senza esitazione oltre confine per le collaborazioni legate al design. Perché fare design significa guardare avanti, conservando tutto quello che di buono è stato realizzato finora.

 

Niente nostalgie polverose, ma chiarezza nelle idee. Basta guardare Boby, di Joe Colombo: il primo complemento d’arredo della storia del brand vicentino è stato creato nel 1970, eppure è di un'attualità sorprendente. Viva i musei, quindi, ma viva soprattutto le invenzioni tout court che possono trovare posto oggi come ieri in qualsiasi ambiente. Dalla piazza cittadina, allo studio professionale al più privato dei bagni di casa, B-LINE vuole offrire un catalogo di oggetti versatili, funzionali e divertenti per rendere la vita migliore oppure il lavoro più facile o ancora per sollevare l'umore. Meglio se tutti e tre insieme.

 

Collaborare con designer che condividono questo punto di vista e coinvolgere il pubblico in un dialogo costante, anche attraverso i social media, sono diventati due punti cardine dell'attività di B-LINE.

Rappresentano il “dentro” di un gruppo di persone vastissimo, dove la porta è sempre aperta e la differenza è ricchezza.

Don't be part of the furniture significa proprio questo: personalità, curiosità, dinamismo.

È con questo spirito che anche il 2011 di B-LINE si sta svolgendo: tra prodotti che partono per destinazioni sparse nei cinque continenti, pagine web sempre aperte ai commenti, nuovi strumenti di comunicazione e una partecipazione al Salone in uno stand completamente ridisegnato. Per non parlare di sedute sinuose, tavolini magici e sgabelli-librerie!

 

 

TRE NUOVI PRODOTTI, ANZI QUATTRO

Il catalogo 2011 di B-LINE si arricchisce di alcune novità importanti.

Da una parte continua il dialogo creativo con Neuland Industriedesign che ha realizzato un progetto legato a

doppio filo con Fin, la mensola modulare che ha debuttato proprio al Salone nel 2010. Il sodalizio tra il marchio vicentino e il duo tedesco si conferma in nome di una predilezione condivisa per le soluzioni ingegnose e le linee pulite.

 

Dall'altra si aggiunge un nome di grande spessore alla lista dei collaborazioni internazionali di B-LINE. Si tratta di Karim Rashid, designer, creativo, grande comunicatore... colui che, secondo le sue stesse parole, vuole cambiare il mondo attraverso il design. Sua la firma su tre dei quattro prodotti-novità.

Brief disponibile a primavera, progetti arrivati da tutto il mondo e selezione interna attraverso un pool di professionalità differenti: le recenti introduzioni in catalogo sono frutto di una strategia aziendale libera dalle stringenti regole di mercato e basata unicamente su valutazioni relative a versatilità, fattibilità, organicità con il resto della produzione ed estetica, al di là della firma in calce. Ecco come hanno trovato spazio, nel 2010, designer esoridienti come Kristian Aus o giovani come Stefan Bench. Ecco come nasce un prodotto B-LINE.

 

 

SNOOP | Karim Rashid designer

 

Con una produzione di circa 3.000 oggetti per i principali brand mondiali, Karim Rashid non ha bisogno di presentazioni. I suoi campi d'azione preferiti sono arredamento, illuminazione, moda e design d’interni, ma la sua prolificità e la creatività l'hanno portato spesso a sconfinamenti anche nell'arte e nell'architettura.

Dopo essersi formato in Canada e specializzato in Italia (con Ettore Sottsass e Rodolfo Bonetto), oggi Rashid lavora tra New York e Amsterdam, sviluppando innumerevoli progetti caratterizzati da un'estetica sempre fortemente riconoscibile.

 

descrizione

Sgabello in polietilene stampato in rotazionale, a uno sguardo più attento Snoop rivela la sua triplice identità, diventando anche tavolino con due tasche portariviste integrate ed elemento sovrapponibile per creare librerie di varie forme e dimensioni.

 

colori

Bianco, giallo, topazio, verde pastello, basalto e

rosso B-LINE.

 

 

WOOPY | Karim Rashid

designer

Con una produzione di circa 3.000 oggetti per i principali brand mondiali all'attivo, Karim Rashid non ha bisogno di presentazioni. I suoi campi d'azione preferiti sono arredamento, illuminazione, moda e design d’interni, ma la sua prolificità e la creatività l'hanno portato spesso a sconfinamenti anche nell'arte e nell'architettura.

 

colori

Bianco, verde pastello, corallo, topazio, basalto,

ametista.

 

 

WOOPY poltroncina

Realizzata in un unico pezzo di polietilene stampato in rotazionale, Woopy è una poltroncina di dimensioni generose. Come l'omonimo sgabello, si presta a essere usata anche in esterno.

 

WOOPY sgabello

Con una seduta alta in polietilene stampato in rotazionale, Woopy è uno sgabello dalle linee sinuose. È dotato di schienale e braccioli, oltre che di un tubo cromato che funge da poggiapiedi.

 

 

ABRA | Neuland Industriedesign designer

 

Formatisi a Monaco, Eva Paster e Michael Geldmacher cominciano lavorando nel campo del design industriale classico. Dal 2005 si dedicano con successo e a tempo pieno al design di oggetti per l'arredamento e alla docenza universitaria. Il duo tedesco ha già collaborato con B-LINE nel 2010 con Fin, la

mensola modulare in acciaio.

 

descrizione

Tavolino in acciaio verniciato, Abra è disponibile in due altezze differenti (33 e 42 cm) che permettono un interessante gioco a incastro.

 

colori

Bianco ed espresso.

 

 

DENTRO AL SALONE, FUORI DAL CORO

12-17 aprile 2011, cinquantesima edizione del Salone Internazionale del Mobile di Milano.

Per B-LINE significa terza partecipazione di fila e sempre con un allestimento diverso.

Quest'anno lo stand ha come tema il dentro e il fuori, in un gioco cromatico e di materiali che sovverte le aspettative del visitatore, togliendo i limiti tra ambiente interno ed esterno, facendo entrare il giardino in casa (o uscire la casa in giardino?). In più un enorme natura psichedelica firmata Karim Rashid funge da fondale-parete di uno dei lati dello spazio espositivo, ipnotizzando temporaneamente l'osservatore.

 

I nuovi prodotti inseriti in catalogo trovano posto di fianco ad altri che dimostrano la loro versatilità prestandosi indifferentemente al doppio uso (in/out). Un focus particolare meritano in tal senso quelli realizzati in PE che, in un'ottica sempre più eco-sensibile, risultano anche completamente riciclabili.

Esordio milanese anche per due nuovi strumenti di comunicazione confezionati pensando ai clienti B-LINE e a tutti gli amanti del design in generale.

 

Si tratta di una serie di cinque t-shirt in cotone che esibiscono grafiche colorate ispirate da altrettanti prodotti: sono Abra, Quby, Splash, Snoop e Woopy. Versione open air con tanto di nuovo claim: don't be part of the furniture! Disponibili sia in versione da donna che da uomo.

Unisex sono invece le due borse in tinta naturale realizzate in cotone robusto e quindi riutilizzabili pressoché all'infinito, che sostituiscono gli shopper classici. Le grafiche, in questo caso, sono dedicate ai due nuovi prodotti Woopy e Snoop.

 

 


English Text

 

 

DON'T BE PART OF THE FURNITURE!

No conventionalism, please!

At B-LINE we have no time for those wanting to run after the latest fad, since this will be old-hat by tomorrow and because it takes very little effort to do what everyone else is doing. The real challenge is in producing objects that are both original and functional, in innovating and keeping up the irony, taking, of course, the aesthetic component into consideration as well.

 

If the choice lies between inside or outside, let it be outside, where there is more air, greater light and freedom of movement.

Twelve years from its foundation, B-LINE considers itself a youthful brand name, like the people making it up. Perhaps it is because of this that the company loves Italy, where it proudly maintains its production; but where collaborations linked to design are concerned, we look abroad without hesitation. Because designing means looking ahead, while keeping all the best of everything achieved

so far.

 

No “dusty” nostalgia though, just clear ideas. Suffice to look at Joe Colombo’s Boby for example: the first furnishing complement in the history of the Vicenza brand was created in 1970, and yet it is still

surprisingly contemporary. So, long live museums but, above all, long live tout-court inventions, those that find their perfect niche in any décor, today as much as yesterday. From the city square to the business office, to the most private of domestic bathrooms: B-LINE intends offering a catalogue of versatile, functional and pleasing objects that will help to improve your life, make work easier or even just lift your spirits. Or, better still, all these three together.

 

Collaborating with designers that share this point of view and involving the public in an ongoing dialogue, even through social media, have become the two pivot points of B-LINE’s activities. They represent the element that makes a vast group of persons “tick”, where the door always stands open and difference equals richness. Don't be part of the furniture means exactly this: personality, inquisitiveness, dynamism.

It is in this spirit that B-LINE’s 2011 unfolds: with products that get shipped to destinations spread over five continents, web pages always open to comments, new communication tools and the participation in Milan’s “Salone” with a completely redesigned stand. Not to talk about sinuous seating arrangements, “magical” low tables, and stool-bookcases!

 

 

SNOOP | Karim Rashid designer

 

With a production of some 3,000 objects for the main global brands, Karim Rashid certainly needs no introduction. His preferred fields of action are furnishing, lighting, fashion and interior designing, but his prolificacy and creativity have frequently caused him to stray into art and architecture as well.

After his training in Canada and specialisation in Italy (with Ettore Sottsass and Rodolfo Bonetto), Rashid nowadays works between New York and Amsterdam, developing innumerable projects characterised by an always strongly recognisable aesthetic trait.

 

description

A closer look at Snoop, a stool in rotomoulded polyethylene, reveals its triple identity: it also becomes low table with two built-in pockets and can be used as a stackable element to create bookcases of various shapes and sizes.

 

colours

White, yellow, topaz blue, pastel green, basalt

grey and B-LINE red.

 

 

WOOPY | Karim Rashid designer

 

With a production of some 3,000 objects for the main global brands, Karim Rashid certainly needs no introduction. His preferred fields of action are furnishing, lighting, fashion and interior designing, but his prolificacy and creativity have frequently caused him to stray into art and architecture as well.

 

colours

White, pastel green, coral red, topaz blue, basalt

grey, amethyst purple.

 

 

WOOPY small armchair

Made from a single rotomoulded polyethylene piece, Woopy is a generously-sized small armchair. Like the stool bearing the same name, it can also be used outdoors.

 

WOOPY stool

With its higher seating in rotomoulded polyethylene, Woopy is a stool featuring sinuous lines. It has comfortable backrest and armrests as well as a chromium-plated tube serving as footrest.

 

 

ABRA | Neuland Industriedesign

designer

After their studies in Munich, Eva Paster and Michael Geldmacher started by working in the field of classic industrial design. Since 2005 they have successfully dedicated themselves full time to designing objects for interior decoration and to university lecturing. This German duo has already collaborated with B-LINE in 2010 with Fin, the steel modular shelf.

 

description

Low table in painted steel, Abra is available in two different heights (33 and 42 cm) that allow interesting dovetailing.

 

colori

White and Espresso brown.

 

 

INSIDE THE “SALONE”, OUTSIDE THE RUN OF THE MILL

April 12-17, 2011, fiftieth edition of the Milan furniture exhibition “Salone Internazionale del Mobile”.

This is B-LINE’s third participation in a row and always with a newly appointed stand.

This year, the stand’s theme deals with the interior and the outdoors, a play of chromatic elements and materials that profoundly change the visitor’s expectations, doing away with the barriers between interior and exterior environments, bringing the garden into the home (or is it the home that invades the garden?). And still more, an enormous psychedelic work by Karim Rashid becomes a backdrop-wall for one of the sides of the stand, temporarily hypnotizing the observer.

 

The new products included in the catalogue find place alongside others that demonstrate their versatilità lending themselves equally to a double use (indoors/outdoors). In this way, particular attention should be paid to those manufactured in PE which, from an increasingly eco-sensitive point of view, are also fully recyclable.

 

Two new communication tools also making their Milanese debut were launched with B-LINE clients in mind and are aimed at all lovers of design in general. They consist of a series of five cotton T-shirts that exhibit color graphics inspired by as many products: these are Abra, Quby, Splash, Snoop and Woopy. In an open-air version, boasting a new jingle: “don't be part of the furniture!”. Available in versions for both men and women.

Two naturally-coloured bags, instead, are unisex: made in strong cotton, they are infinitely re-usable and replace the classical shoppers. In this case, the graphics recall the two new products Woopy and Snoop.

 

 

Contatta l'azienda
Paginearredo