Berto SalottiBerto Salotti

Axa

  • Axa: Piatto doccia
  • Axa: Piatto doccia
  • Axa: mod. DUE
  • Axa: mod. DUE
  • Axa: mod. H10
Redazione Galleria immagini completa

Salone del Bagno 2010

33 immagini

 

 

 

 

 

 

AXA

 

 

Attualmente guidata da Sergio Miccini affiancato da Roberto Natalini e Mauro Contenti, AXA fa il suo ingresso ufficiale sul mercato nel 1996 con prodotti igienico-sanitari “sperimentali” in fire-clay e in vitreous-china.

 

 

I nuovi e modernissimi impianti erano già infatti in grado di produrre un numero considerevole di pezzi, per cui la scelta prioritaria e quasi obbligata per l'inserimento nei diversi mercati passava attraverso il prezzo competitivo. La rete vendita copre tuttora l'intero territorio nazionale e numerosi paesi europei ed extra-europei attraverso distributori nelle diverse nazioni, selezionati in base alla presenza di marchi italiani di qualità.

 

All'inizio del 2000 AXA incontra Marc Sadler e inizia una collaborazione con lo studio del designer che segnerà una svolta nelle strategie. Consolidata la propria posizione sul mercato AXA inizia a dare vita ad un accurato processo di posizionamento completando con accessori e linee di sanitari a tutto tondo la produzione dell’azienda.

Nel frattempo inizia a collaborare con designer come Massimiliano Cicconi, Daniele Menichini, Studio Triplan e Studio Valeri.

Con il 2009 l’architetto e designer Romano Adolini assume la direzione artistica e continua il progetto di rinnovo della gamma e di ottimizzazione dei sistemi produttivi con il programma Atmosfere01: una linea bagno che coinvolge anche Colacril (azienda del Gruppo Colamedici) e comprende sanitari, vasche, docce, box doccia e accessori per un totale di 50 componenti.

 

AXA ha impostato il sistema produttivo secondo un criterio di qualità "dinamica": i parametri qualitativi di riferimento vengono monitorati costantemente in modo da verificare le singole azioni di mantenimento. Una volta raggiunti gli obiettivi prefissati, viene riformulato un programma che sposti ulteriormente verso l'alto l'indice qualitativo di riferimento. 

Partendo dal controllo qualità riferito a materie prime, semilavorati, prodotti finiti per verificarne la congruità rispetto ai parametri standard del processo produttivo, AXA  ha ulteriormente elaborato la propria ricerca qualitativa verso  quattro principali direzioni:

 

selezione di nuove e più efficaci materie prime;

formulazione di impasti più bianchi e con migliori caratteristiche meccaniche e termoplastiche

produzione di smalti più brillanti e levigati, caratterizzati da una migliore resistenza agli agenti chimici e ai detersivi;

elaborazione di processi produttivi innovativi mirati alla produzione di nuove soluzioni ergonomiche/estetiche

 

 

 

COLLEZIONI AXA

 

 

ATMOSFERE01 – SANITARI 138 (Romano Adolini)

 

Una linea di sanitari-scultura che sporge direttamente dal muro senza soluzioni di continuità, con un’inclinazione di 138°. Di qui il nome della serie disponibile in versione a terra o sospesa, particolarmente “spettacolare” oltre che funzionale.

 

 

 

H10 (Romano Adolini)

 

I lavabi H10 prendono il nome dall’altezza del profilo: 10 cm appunto, interpretati secondo su linee quadrangolari e linee tonde con o senza piano rubinetteria. Le forme di H10 sono addolcite da spigoli arrotondati e dai bordi sottili.

 

 

 

ONE

 

Si chiama Axa One perché vuole proporsi come una linea-base, giovane e universale. Il disegno ‘morbido’  di vaso e bidet, specie nella versione Axa One sospesa, fa pensare alla sacca sottomascellare di un pellicano. Con vaso e bidet AXA ONE EVOLUTION la curva non viene interrotta dalle “colonnine” di appoggio e scende direttamente a terra, con un effetto piacevole e innovativo.

 

 

 

DUE (Studio Valeri)

 

Una collezione flessibile e in qualche modo “sorella” della linea AXAONE. Non solo ceramica ma accessori in legno coordinati con forme geometriche universali che richiamano le linee quadrangolari della serie. Piani lavabo, mensole, specchi e mobili vengono presentati in legno laccato e diverse finiture: arancio brillante, rosso lampone, verde spring, ma anche nero perlato, rovere sbiancato e wengè (scurissimo).

 

 

 

XTRE (Studio Valeri)

 

X-Tre, una serie che gioca su richiami al passato recente (anni ’70) e dettagli “futuribili”, si distingue per la linea squadrata e morbida allo stesso tempo. Axa X-Tre è una collezione flessibile, compatta ma anche comoda, con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

 

 

 

NUTTY (Daniele Menichini)

Il nome gioca con il profilo della nocciolina o meglio dell’arachide, ma lo stile è decisamente chic e orientato a un gusto giovane e raffinato. Stile, eleganza, ergonomia nella più pregiata ceramica bianca o nella finitura nera satinata effetto ghisa.

 

 

 

MOSS (Studio Triplan)

Firmata per Sergio Miccini la linea comprende i tre pezzi base (lavabo, vaso e bidet) nella sola versione sospesa. Una delle caratteristiche del design di questa originale linea di sanitari è proprio l’estrema leggerezza, l’aspetto “aereo” di ognuno dei tre elementi.

 

 

 

PIATTO DOCCIA THAY (Studio Valeri)

Il piatto doccia Thaj è realizzato  in preziosa ceramica mat ad effetto "bugnato" o capitonné che aumenta l'aderenza del piede e l’effetto anti-scivolo garantendo al contempo un piacevole massaggio plantare (con richiamo al massaggio thajlandese).

 

 

 

DETTAGLI FUTURIBILI E LINEE SQUADRATE PER AXA X-TRE

Sospesa o a terra la linea ideale per ambienti bagno di tutte le dimensioni

 

Al passo con le nuove tendenze in cui rinasce il décor dell’ambiente bagno e tramonta il rigore minimale, AXA, azienda del Gruppo Giovanni Colamedici, propone la linea in ceramica X-Tre: flessibile, compatta, ma anche comoda, e con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

 

Disegnati dallo Studio Valeri di Civita Castellana, lavabo, vaso e bidet si distinguono per la linea squadrata e morbida allo stesso tempo, che gioca su richiami al passato recente (anni ’70) e dettagli “futuribili”.

 

 

 

10 CM DI ALTEZZA PER H10: I NUOVI LAVABI UNIVERSALI AXA

 

Dieci centimetri di altezza totale per H10, la linea di lavabi ceramici firmata Romano Adolini per Axa, azienda del Gruppo Giovanni Colamedici.

Interpretati secondo due diversi concept: su linee quadrangolari (H10 Rettangolari) e linee tonde (H10 Ovali), i lavabi sono addolciti da spigoli arrotondati e dai bordi sottili che ne definiscono i capienti catini.

 

Disponibili con o senza piano rubinetteria, i lavabi poggiano su basi più piccole e si aprono dolcemente verso la zona superiore.  

Tutti i lavabi con piano rubinetteria (ovali e rettangolari) sono profondi 43 cm e ideali per l’installazione sospesa o su piano, mentre i lavabi predisposti per rubinetteria a muro misurano 32 cm di profondità e sono installabili solo sopra piano.

 

AXA H10 nasce nell’ambito del progetto di rinnovamento della gamma dei prodotti ceramici delle aziende del gruppo e in particolare dalla ricerca di una linea di lavabi universali, in grado di essere accostati a diverse collezioni per arredare con stile qualsiasi ambiente bagno.

 

Il Gruppo Giovanni Colamedici, oggi guidato dai figli del fondatore Giovanni (Gianfranco, Lauretta e Adriana) conta sei stabilimenti che coprono una superficie di 57.000mq e impiegano 282 dipendenti. Chiamato dalla famiglia Colamedici a ridisegnare le strategie e la gamma prodotti delle aziende di famiglia, l’Architetto Romano Adolini ha puntato sul tema del “bagno totale” ottimizzando la capacità produttiva delle sei aziende del gruppo (Colavene, Colacril, Colbam, Axa, Kerasan e White Stone).

 

 

 

ATMOSFERE.01: LA LINEA MORBIDA E SEDUCENTE PER UN BAGNO CHE CREA...ATMOSFERA!

 

Giocata sulle forme geometriche elementari la nuova linea di arredamento per l’ambiente bagno Atmosfere.01, firmata da Romano Adolini per AxaColacril.

Vero e proprio programma, Atmosfere.01 comprende sanitari ceramici, vasche e piatti doccia in resina poliminerale, box doccia in cristallo e alluminio nonché mobili e accessori per un totale di 50 componenti.

 

AXA, specializzata nella ceramica sanitaria di grande qualità, produce i lavabi e i sanitari della linea 138. La serie, che prende il nome dal suo tratto distintivo ovvero l’inclinazione di 138°, è caratterizzata da linee elementari che riportano alle forme del quadrato, ma con angoli smussati e profili sottili che alterano la percezione dello spazio mantenendo ingombri ridotti.

Il lavabo, col suo bacino generoso è comodo nonostante la misure minime (40, 50 e 60 x 40 cm di profondità) con o senza zona d’appoggio per la rubinetteria, è disponibile  nella soluzione sospesa (52 cm) o soprapiano (20 cm).

Nella versione a terra vasi e bidet hanno dimensioni ridotte (52x37x42 cm di altezza), ma non arriva a 70 cm di profondità nemmeno la versione con cassetta mono-blocco in ceramica super-sottile (68,5 cm).

Particolarmente “spettacolare” la versione del lavabo con il catino d’appoggio disponibile anche con la continuazione in materiale ceramico che copre il sifone e i vasi e i bidet sospesi, che sembrano fuoriuscire dal muro con un effetto dinamico particolare.

 

Colacril, produttrice dal 1996 di vasche idromassaggio e box, presenta invece le vasche DUAL e i due piatti doccia 365GG e LINEARE.

Quattro le versioni per la vasca perfetta per l’istallazione sia a parete che a centro stanza: tonda (120 cm di diametro), quadrata (120x120), ovale (160x80) e rettangolare (160x70 e 180x80).

Ottenuta da una lavorazione artigianale della resina poliminerale, l’esterno rimane lucido e brillante mentre l’interno risulta opaco e setoso, aumentando il piacere del contatto con la pelle.

Stesso materiale mat e anti-scivolo per i piatti doccia 365GG e LINEARE ideati per soluzioni a filo pavimento di grande attualità. Molte le versioni dimensionali sia per 365GG, con piletta di scarico centrale, che per LINEARE, con canalina di scarico, entrambe abbinate a box doccia in cristallo con aperture a battente o scorrevoli rifinite con canaline in acciaio.

 

 

 

 

Contatta l'azienda
Paginearredo